ECUMENISMO

 

Docente: Ennio ROSALEN

Ore settimanali:  3

Ore totali: 36 – II semestre

ECTS 5

 

 

Obiettivi

Il corso si propone di far conoscere gli elementi caratterizzanti le chiese evangeliche, quelle nate dalla riforma e quelle contemporanee, nonché le chiese ortodosse. Lo studente apprenderà le tappe fondamentali del cammino ecumenico e lo sviluppo ecumenico interno alla chiesa cattolica. Al termine del corso sarà in grado, date alcune posizioni teologiche, di riconoscere e collocare correttamente una chiesa contemporanea. Saprà motivare teologicamente le scelte pastorali in campo ecumenico della chiesa cattolica. Il corso si propone anche di far maturare negli studenti  una sensibilità ecumenica.

 

Contenuti

Introduzione

-   Realtà ed urgenza dell’ecumenismo, motivazioni bibliche, teologiche ed educative.

-       Il dialogo cristiano-ebraico quale impegno ecumenico delle chiese. Documento: ICCJ, A Time for Recommitment. Jewish-Christian Dialogue 70 Years after War and Shoah.

 

1. Gli altri: origine, storia, riferimenti teologici essenziali, situazione attuale:

- La chiesa ortodossa e le chiese veteroorientali

- Le comunità evangeliche: luterane e riformate

- Le chiese libere (battisti, metodisti, …)

- La comunione anglicana

- Il pentecostalismo e i nuovi movimenti religiosi

 

2. Storia del movimento ecumenico

- Origine e sviluppo

- Il Consiglio Ecumenico delle Chiese

- Il cammino ecumenico europeo ed  i suoi recenti sviluppi

- Il cammino ecumenico in Italia

- Il gruppo di Dombes

 

3. La chiesa cattolica e l’ecumenismo

- Difficoltà iniziali e coinvolgimento successivo

- Il Concilio Vaticano II e il decreto Unitatis redintegratio

- Il magistero post-conciliare (Tertio millennio adveniente, Orientale lumen, Ut unum sintDominus Iesus)

- Il Direttorio per l’applicazione dei principi e delle norme sull’ecumenismo

 

4. Documenti del dialogo ecumenico: presentazione e analisi di alcuni passi

(“Battesimo, eucaristia e ministero”,  ARCIC  I e II, “Chiesa e giustificazione”)

 

5. Accenni ai problemi teologici di fondo (Scrittura e tradizione, Ecclesiologia e ministero, Giustificazione e chiesa, Sacramenti – Eucaristia e presenza reale, matrimoni misti)

6. Prospettive per una catechesi e pastorale ecumenica

 

Metodo

Il corso prevede essenzialmente lezioni frontali, parzialmente con utilizzo di power-point (testo e immagini). I testi in bibliografia saranno il riferimento costante. Sarà effettuato un test d’ingresso su prerequisiti di conoscenze storiche e teologiche. La verifica dell’apprendimento avverrà con colloquio orale su un tesario riassuntivo di quanto affrontato nelle lezioni. E’ assicurato del tempo per domande da parte dei corsisti, di approfondimento e chiarimento.

 

 

Bibliografia

 

P. Neuner-B.Kleinschwarzer-Meister, Breve manuale dell’ecumene, ( Gdt 162) Queriniana, Brescia 20012.

Oppure: – P. Neuner, Teologia ecumenica, (BTC 110) Queriniana, Brescia 20114.                – T.F. Rossi, Manuale di ecumenismo, Queriniana, Brescia 2012.

J.A. Mohler Institut, Le chiese cristiane nel Duemila (Gdt 259), Queriniana, Brescia 1998.

L. Sartori, L’unità dei cristiani, Messaggero, Padova 1994.

A. McGrath, Il pensiero della Riforma, Claudiana, Torino 20003.

B. Petrà, La chiesa dei Padri, EDB, Bologna 20072.

S. Rosso, La celebrazione della Storia della salvezza nel rito bizantino, LEV, Città del Vaticano 2010.

Documenti della Chiesa Cattolica in Enchiridion Vaticanum, EDB, Bologna.

Dispense del docente